edouard nasa, photos, spazio, scienza altamira, grotte, spagna, preistoria granchio, coco, birgus latro etna, sicilia, vulcani, italia titicaca, lago, bolivia, perù iguazù, cascate, argentina, brasile, unesco Nilo, fiumi, africa Cina, muraglia, fortezze
Seguimi in Twitter Seguimi in Facebook Seguimi in Pinterest Seguimi in LinkedIn Follow in Google+ Sottoscrivi il feed Seguimi  in StumbleUpon

Le rovine di Khulm, muraglie e torri franate, teatro di antica storia e cultura.

khulm1Le rovine di Khulm si ergono a 8 chilometri della città afgana di Tachkurgan, centro di un'oasi.

L'acqua del fiume Khulm che scorre attraverso una fitta rete di canali di irrigazione, consente la coltivazione di frutta e legumi, di coriandolo e di oppio.

Chiamata Aornos nell'antiichità, attraversata nel 329 avanti Cristo da Alessandro il Grande, Khulm in seguito diventó la capitale di un principato del regno di Battriana.

Dei due castelli forti che prottegevano la città, non rimangono che alcuna muraglie e torri franate.

kholm mapKhulm infatti fu distrutta nel XVIII secolo, durante le guerre che opposero la dinastia dei Durranis all'Inghilterra di garantire all'India una solida frontiera al nord.ovest.

Fuori le mura, un rosario di villaggi. Grezze, imperfette geometrie di mattoni di sabbia. Sulla rotta di grandi conquiste, di condottieri ed eserciti, lungo le linee impalpabili della Via della seta, si snoda la pista di sabbia per Balkh.

Tashkurgan era una delle tappe lungo la Via della seta.

Convergevano qui le principali rotte carovaniere dirette verso nord a Kashgar; verso est a Karghalik; nel Badakhshan e nel Vacan in direzione ovest; e a sud-ovest, nelle zone settentrionali del Pakistan, verso Chitral e la valle dell'Hunza.
khulm4
khulm5
khulm1
khulm2
khulm3
kholm1
kholm_Tashkurgan_Palace_2
kholm1
Tashkurgan_Xinjiang
kholm
 
Ricerca personalizzata

 
Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

Share on Google Plus

A proposito di Luca Soraci

Il mondo può essere considerato come un museo, un immenso museo che la natura el'uomo, rivali nella genialità hanno popolato di "meraviglie".
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento