edouard nasa, photos, spazio, scienza altamira, grotte, spagna, preistoria granchio, coco, birgus latro etna, sicilia, vulcani, italia titicaca, lago, bolivia, perù iguazù, cascate, argentina, brasile, unesco Nilo, fiumi, africa Cina, muraglia, fortezze

sabato 25 luglio 2015

Nessun'altra delle città d'arte italiane mantiene vivo il patrimonio culturale e civile del medioevo come Siena.

Fondata in tempi antichi, le prime notizie risalgono al tempo dell’Impero Romano, più esattamente al periodo dell’Imperatore Augusto, quando la città veniva chiamata Sena Iulia.

 

Le sue origini romane sono confermate da due leggende riguardanti la sua fondazione da parte di Senio, figlio di Remo: nella prima si narra dell’arrivo dei fratelli Senio ed Ascanio sulle colline senesi in groppa a due cavalli, uno bianco ed uno nero, in fuga dallo zio Romolo che li voleva uccidere.

 

Nella seconda, i due fratelli avrebbero fondato la città con l’accensione di una pira augurale per ringraziare gli dei.  Il fumo da essa scaturito, per metà nero e metà bianco, riprende, come il colore dei due cavalli, lo stemma di Siena, chiamato “balzana”.

 

Nella seconda, i due fratelli avrebbero fondato la città con l’accensione di una pira augurale per ringraziare gli dei.  Il fumo da essa scaturito, per metà nero e metà bianco, riprende, come il colore dei due cavalli, lo stemma di Siena, chiamato “balzana”.

siena museo opera

sabato 11 luglio 2015

L'Abruzzo vanta il titolo di "Regione Verde d'Europa", grazie alla presenza dei suoi 3 parchi nazionali.

L'Abruzzo è una regione a statuto ordinario dell'Italia peninsulare, compresa tra l'Adriatico e l'Appennino centrale, con capoluogo L'Aquila. Pur essendo geograficamente parte dell'Italia Centrale, l'Abruzzo è legato storicamente e linguisticamente all'Italia Meridionale.


L'Abruzzo vanta il titolo di "Regione Verde d'Europa", grazie alla presenza dei suoi 3 parchi nazionali (il Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise, il Parco Nazionale della Majella e il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga), al Parco Naturale Regionale Sirente-Velino, all'Area Marina Protetta Torre del Cerrano e alle trentotto aree protette che rappresentano il 36,3% della sua superficie totale, la più alta in Europa.


All'interno delle numerose aree protette, disseminate non solo sulla dorsale appenninica, ma anche sulle dolci e fertili colline dell'entroterra e lungo i 130 Km di costa, è custodito oltre il 75% delle specie animali e vegetali del continente europeo; sul versante settentrionale del Gran Sasso si trova il ghiacciaio Calderone.

abruzzo3072x2304

In Basilicata ci sono tanti luoghi meravigliosi da esplorare coperti da meravigliosi boschi e splendide foreste.

La regione Basilicata è situata tra la Calabria e la Puglia, nella parte meridionale dell’Italia. Non si visita la Basilicata per caso, ma si sceglie di soggiornare in questa terra solo per vivere un’esperienza diversa, immergendosi in luoghi dove silenzio, colori, profumi e sapori portano lontano dal frastuono e dallo stress della vita moderna, regalando sensazioni uniche.

 

I boschi e le foreste che ricoprono le montagne sono costellati da piccoli e suggestivi borghi fin sopra i 1000 m di altitudine, dove l’aria pura, i sapori genuini e le bellezze della natura si uniscono alle testimonianze storiche per soddisfare ogni desiderio di conoscenza.

 

Bellissima, e tuttavia ancora poco esplorata, è la zona dei Laghi di Monticchio, una delle aree più spettacolari della Basilicata. Il lago Grande e il lago Piccolo, sono due splendidi specchi d’acqua che occupano i due crateri, ormai spenti, del Monte Vulture e sono circondati da una fitta e lussureggiante vegetazione.

 

La Basilicata è bagnata da due mari: lo Ionio e il Tirreno.

Basilicata-castelmezzano

La Calabria è una terra antica, terra di emigrazione, di contrasti e speranza.

La Calabria è una regione dell'Italia Meridionale con capoluogo Catanzaro.

 

Confina a nord con la Basilicata e a sud-ovest un braccio di mare la separa dalla Sicilia ed è bagnata a est dal mar Jonio e ad ovest dal mar Tirreno.

 

La Calabria è la punta dello Stivale, l’estremo sud dell’Italia. Lambita dalle splendide acque del mar Ionio e del mar Tirreno è separata dalla Sicilia dallo stretto di Messina.

 

Il clima accogliente, gli splendidi colori del mare, le coste rocciose alternate a litorali sabbiosi, la sua natura selvaggia e misteriosa, i sapori intensi e genuini della cucina locale e le testimonianze delle sue antiche origini rendono la Calabria un posto unico, da ammirare sia d'inverno che d'estate.

 

Ogni desiderio potrà essere esaudito. Chi ama la natura, i suoi profumi, i suoi misteri potrà addentrarsi nell’entroterra calabrese, scoprendo un paesaggio puro e incontaminato, dove immense distese di verde sono interrotte dal blu di laghi e cascate.

calabria

Il territorio intorno al massiccio dell'Ahaggar è anche la sede storica della tribù tuareg dei Kel Ahaggar.

Il Massiccio dell'Ahaggar è un complesso montuoso nel cuore del deserto del Sahara, nel sud dell'Algeria. Prende il nome dalla popolazione che tradizionalmente vi abita, i tuareg Kel Ahaggar.

 

L'Ahaggar sorge immediatamente ad ovest di Tamanrasset. L'intera regione ha un'altitudine media superiore ai 900 metri sul livello del mare, e la cima più alta è il monte Tahat, al centro dell'Atakor. Esso culmina a 2918 metri di altitudine, ed è anche la vetta più alta dell'Algeria.

 

L'Ahaggar è fondamentalmente costituito da rocce vulcaniche e la sua età è geologicamente recente, di circa 2 milioni di anni. Il clima d'estate è molto caldo, mentre durante l'inverno di notte può gelare. Le piogge sono limitate e sporadiche.

 

Ciononostante, questa regione ha un clima indubbiamente meno estremo del resto del Sahara, il che l'ha resa un importante rifugio per alcune specie animali e vegetali. Da un punto di vista ecologico, l'Ahaggar può essere considerato diverso dal resto del Sahara.

hoggar

venerdì 10 luglio 2015

Il meglio di Immagini del Mondo nel mese di Junio 2015: ecco i 10 articoli più cliccati.

1.- Irlanda tra natura e leggenda.

Irlanda tra natura e leggenda.

L'Irlanda, l' “Isola Smeralda”, il “Paese Verde”, con le sue immense distese di prati e pascoli, con i suoi fiumi e le scogliere a picco sul mare.   Con le sue tradizioni e leggende, e le pittoresche località cittadine e rurali. Un paradiso naturale che si estende da un mare all'altro: prima l'Oceano Atlantico, poi il Canale del Nord, il Mare d'Irlanda e infine il Mar Celtico.   Spiagge,

Continua a leggere ... »

 

2.- La vita nei villaggi indonesiani negli scatti di Herman Damar.
La vita nei villaggi indonesiani negli scatti di Herman Damar Herman Damar è un fotografo Indonesiano che vive a Jakarta. Con i suoi scatti ci regala uno scorcio sulla vita quotidiana nei piccoli villaggi dell'Indonesia.   Sono splendide foto che dipingono un mosaico intimo e colorato che ha come protagonisti gli indonesiani e il loro stretto rapporto con la Terra. Molte delle sue fotografie hanno come protagonisti i bambini e la loro stretta

Continua a leggere ... »

 

venerdì 19 giugno 2015

Irlanda tra natura e leggenda.

L'Irlanda, l' “Isola Smeralda”, il “Paese Verde”, con le sue immense distese di prati e pascoli, con i suoi fiumi e le scogliere a picco sul mare.

 

Con le sue tradizioni e leggende, e le pittoresche località cittadine e rurali. Un paradiso naturale che si estende da un mare all'altro: prima l'Oceano Atlantico, poi il Canale del Nord, il Mare d'Irlanda e infine il Mar Celtico.

 

Spiagge, grandi baie, insenature, pareti rocciose: la costa muta velocemente con la marea, come le emozioni di chi, viaggiando, raggiunge prima un posto, poi l'altro.

 

L'Irlanda è tutto questo, è acqua, è verde che si perde all'orizzonte, è foschia, è cielo azzurro ed è anche tanta pioggia.

 

In alcune aree piove, quasi tutto l'anno, in altre c'è vento: l'estremo nord e l'ovest del paese sono due delle regioni più ventose d'Europa.

 

ireland-map

domenica 7 giugno 2015

Il meglio di Immagini del Mondo nel mese di Aprile 2015: ecco i 10 articoli più cliccati

1.- Alla scoperta della mitica Ruta 40.
Alla scoperta della mitica Ruta 40.
La mitica RN 40, creata nel 1935, unisce 11 provincie di 3 differenti regioni del Paese, dall’estremo nord al confine con la Bolivia fino al “finis terrae” del sud, come una gigantesca colonna vertebrale lunga più di 5.000 km.   In parte su asfalto e in larga parte su pista, attraversa 236 ponti, incrocia 18 fiumi, si avvicina a 13 grandi laghi e salares, raggiunge 20 riserve naturali e parchi



2.- La vita nei villaggi indonesiani negli scatti di Herman Damar.
La vita nei villaggi indonesiani negli scatti di Herman Damar Herman Damar è un fotografo Indonesiano che vive a Jakarta. Con i suoi scatti ci regala uno scorcio sulla vita quotidiana nei piccoli villaggi dell'Indonesia.   Sono splendide foto che dipingono un mosaico intimo e colorato che ha come protagonisti gli indonesiani e il loro stretto rapporto con la Terra. Molte delle sue fotografie hanno come protagonisti i bambini e la loro stretta

Come eliminare i cookie dai vari browser e generare una privacy policy in pochi istanti.

Il Garante della Privacy ha recepito una direttiva europea che impone agli amministratori delle pagine web di mostrare ai visitatori un banner che li informa di quale sia lo politica dei cookie del sito che stanno consultando e di subordinare la sua accettazione al proseguimento della navigazione.

A tale proposito se hai bisogno di ulteriori informazioni o se hai domande sulla politica della privacy di questo sito ti preghiamo di contattarci via email all'indirizzo:

immaginidelmondo@gmail.com

In questa pagina sono descritte le modalità con cui le informazioni personali vengono ricevute e raccolte e come sono utilizzate da http://mondoimmagini.blogspot.com. 

A questo scopo si usano i cookie vale a dire dei file testuali per agevolare la navigazione dell'utente.

I cookie sono delle piccole stringhe di testo inviate dai server di un sito a un browser che ne apra una pagina per poi essere rimandati indietro dal client (browser) al server tutte le volte che c'è un nuovo accesso alla stessa pagina web.

A parte questioni di privacy che non mi competono in questo contesto, si tratta di un sistema estremamente pratico per accedere a account senza bisogno di digitare username e password tutte le volte.

Pensate a Facebook. Basta cliccare sul collegamento che avrete certamente messo nei preferiti per accedere al vostro profilo o alla vostra timeline. Questo vale anche per tutti i servizi Google associati al vostro account GMail.

L'eliminazione di tutti i cookie del browser è una operazione molto semplice che però ha come controindicazione la necessità di effettuare nuovamente l'accesso a tutti i siti di cui il browser aveva memorizzato i cookie.

Per cancellare i cookie su Chrome si va in alto a destra sulla icona dei settaggi quindi su Strumenti > Cancella dati navigazione e si mette la spunta su Elimina cookie e altri dati di siti e plugin.

Se si usa Firefox occorre cliccare su Strumenti > Cancella la cronologia recente e in Dettagli mettere la spunta anche a Cookie.



Politica dei cookie di Immagini del Mondo in ottemperanza alla direttiva del Garante della Privacy.

Il Garante della Privacy ha recepito una direttiva europea che impone agli amministratori delle pagine web di mostrare ai visitatori un banner che li informa di quale sia lo politica dei cookie del sito che stanno consultando e di subordinare la sua accettazione al proseguimento della navigazione.

A tale proposito se hai bisogno di ulteriori informazioni o se hai domande sulla politica della privacy di questo sito ti preghiamo di contattarci via email all'indirizzo:

immaginidelmondo@gmail.com

In questa pagina sono descritte le modalità con cui le informazioni personali vengono ricevute e raccolte e come sono utilizzate da http://mondoimmagini.blogspot.com. 

A questo scopo si usano i cookie vale a dire dei file testuali per agevolare la navigazione dell'utente.


domenica 10 maggio 2015

Il meglio di Immagini del Mondo nel mese di Aprile 2015: ecco i 10 articoli più cliccati.

1.- Alla scoperta della mitica Ruta 40.
Alla scoperta della mitica Ruta 40.
La mitica RN 40, creata nel 1935, unisce 11 provincie di 3 differenti regioni del Paese, dall’estremo nord al confine con la Bolivia fino al “finis terrae” del sud, come una gigantesca colonna vertebrale lunga più di 5.000 km.   In parte su asfalto e in larga parte su pista, attraversa 236 ponti, incrocia 18 fiumi, si avvicina a 13 grandi laghi e salares, raggiunge 20 riserve naturali e parchi



2.- La vita nei villaggi indonesiani negli scatti di Herman Damar.
La vita nei villaggi indonesiani negli scatti di Herman Damar Herman Damar è un fotografo Indonesiano che vive a Jakarta. Con i suoi scatti ci regala uno scorcio sulla vita quotidiana nei piccoli villaggi dell'Indonesia.   Sono splendide foto che dipingono un mosaico intimo e colorato che ha come protagonisti gli indonesiani e il loro stretto rapporto con la Terra. Molte delle sue fotografie hanno come protagonisti i bambini e la loro stretta

giovedì 9 aprile 2015

Pampa del Leoncito una vera e propria oasi nel deserto sanjuanino.

Il Parco Nazionale El Leoncito si trova sud-ovest della provincia di San Juan  (Argentina), nel dipartimento Calingasta.Raggiunge una superficie di 89.900 ettari.


Nel cuore della Sierra del Tontal e di fronte alla valle di Calingasta-una vera e propria oasi del deserto sanjuanino- il Parco Nazionale  Leoncito è tutta una denominazione ai sensi. Pochi luoghi al mondo possono vantare un cielo di qualità che avvolge la natura Cuyana in questa porzione di meraviglie.


Il Parco Nazionale El Leoncito contribuisce al mantenimento del cielo, evitando le conseguenze delle attività umane che generano luce e pulviscolo atmosferico che minacciano seriamente la loro bontà naturale.


È possibile visitare le quattro stagioni, i paesaggi e sensazioni diverse in ciascuno.


Il centro abitato più vicino è il San Juan Barreal, a 35 km dal Parco Nazionale El Leoncito. Questo resort offre una varietà di alberghi, ristoranti e servizi per i visitatori offrono.


Distanze El Leoncito Parco Nazionale di San Juan (capitale), 245 km da Barreal, 35 Km da Mendoza (capitale) e 210 km da Uspallata 100 km.

pampa-del-leoncito4

Il meglio di Immagini del Mondo nel mese di Marzo 2015: ecco i 10 articoli più cliccati.

1.- Alla scoperta della mitica Ruta 40.
Alla scoperta della mitica Ruta 40.

La mitica RN 40, creata nel 1935, unisce 11 provincie di 3 differenti regioni del Paese, dall’estremo nord al confine con la Bolivia fino al “finis terrae” del sud, come una gigantesca colonna vertebrale lunga più di 5.000 km.   In parte su asfalto e in larga parte su pista, attraversa 236 ponti, incrocia 18 fiumi, si avvicina a 13 grandi laghi e salares, raggiunge 20 riserve naturali e parchi

Continua a leggere ... »

 

2.- La vita nei villaggi indonesiani negli scatti di Herman Damar.
La vita nei villaggi indonesiani negli scatti di Herman Damar Herman Damar è un fotografo Indonesiano che vive a Jakarta. Con i suoi scatti ci regala uno scorcio sulla vita quotidiana nei piccoli villaggi dell'Indonesia.   Sono splendide foto che dipingono un mosaico intimo e colorato che ha come protagonisti gli indonesiani e il loro stretto rapporto con la Terra. Molte delle sue fotografie hanno come protagonisti i bambini e la loro stretta

Continua a leggere ... »

giovedì 5 marzo 2015

Il meglio di Immagini del Mondo nel mese di Febbraio 2015: ecco i 10 articoli più cliccati.

1.- Alla scoperta della mitica Ruta 40.
Alla scoperta della mitica Ruta 40.

La mitica RN 40, creata nel 1935, unisce 11 provincie di 3 differenti regioni del Paese, dall’estremo nord al confine con la Bolivia fino al “finis terrae” del sud, come una gigantesca colonna vertebrale lunga più di 5.000 km.   In parte su asfalto e in larga parte su pista, attraversa 236 ponti, incrocia 18 fiumi, si avvicina a 13 grandi laghi e salares, raggiunge 20 riserve naturali e parchi

Continua a leggere ... »

giovedì 5 febbraio 2015

Il meglio di Immagini del Mondo nel mese di Gennaio 2015: ecco i 10 articoli più cliccati.

1.- Alla scoperta della mitica Ruta 40.
Alla scoperta della mitica Ruta 40.

La mitica RN 40, creata nel 1935, unisce 11 provincie di 3 differenti regioni del Paese, dall’estremo nord al confine con la Bolivia fino al “finis terrae” del sud, come una gigantesca colonna vertebrale lunga più di 5.000 km.   In parte su asfalto e in larga parte su pista, attraversa 236 ponti, incrocia 18 fiumi, si avvicina a 13 grandi laghi e salares, raggiunge 20 riserve naturali e parchi

Continua a leggere ... »

 

Ultimi articoli pubblicati

RSVP (Raccomandati Se Vi Piacciono)