edouard nasa, photos, spazio, scienza altamira, grotte, spagna, preistoria granchio, coco, birgus latro etna, sicilia, vulcani, italia titicaca, lago, bolivia, perù iguazù, cascate, argentina, brasile, unesco Nilo, fiumi, africa Cina, muraglia, fortezze

giovedì 5 marzo 2015

Il meglio di Immagini del Mondo nel mese di Febbraio 2015: ecco i 10 articoli più cliccati.

1.- Alla scoperta della mitica Ruta 40.
Alla scoperta della mitica Ruta 40.

La mitica RN 40, creata nel 1935, unisce 11 provincie di 3 differenti regioni del Paese, dall’estremo nord al confine con la Bolivia fino al “finis terrae” del sud, come una gigantesca colonna vertebrale lunga più di 5.000 km.   In parte su asfalto e in larga parte su pista, attraversa 236 ponti, incrocia 18 fiumi, si avvicina a 13 grandi laghi e salares, raggiunge 20 riserve naturali e parchi

Continua a leggere ... »

giovedì 5 febbraio 2015

Il meglio di Immagini del Mondo nel mese di Gennaio 2015: ecco i 10 articoli più cliccati.

1.- Alla scoperta della mitica Ruta 40.
Alla scoperta della mitica Ruta 40.

La mitica RN 40, creata nel 1935, unisce 11 provincie di 3 differenti regioni del Paese, dall’estremo nord al confine con la Bolivia fino al “finis terrae” del sud, come una gigantesca colonna vertebrale lunga più di 5.000 km.   In parte su asfalto e in larga parte su pista, attraversa 236 ponti, incrocia 18 fiumi, si avvicina a 13 grandi laghi e salares, raggiunge 20 riserve naturali e parchi

Continua a leggere ... »

 

La Collezione Di Queste 22 Foto, Vi Farà Innamorare Delle Volpi.

Grazie alla sua splendida pelliccia e alla sua coda folta, che può essere rosso fuoco, grigio acciaio o bianca come la neve, la volpe ha avuto un posto speciale nei nostri cuori da tempo ormai immemorabile come una bella e misteriosa creatura dei boschi.

 

La volpe è un membro della famiglia dei canidi, che comprende anche i cani, lupi e altri animali simili. Dopo 50 anni di sperimentazioni in Unione Sovietica, sono riusciti a trovare un modo per addomesticare le volpi.

 

Più di diverse generazioni di allevamento selettivo (scegliendo volpi con meno paura degli esseri umani), lo scienziato sovietico Dmitrij Belyaev è stato in grado di allevare volpi argentate che hanno cominciato poi a mostrare i tratti domestici come le orecchie abbassate e la coda scodinzolante.

 

Queste 22 immagini vi faranno innamorare ancora una volta della splendida creatura!

volpi

Image credits: Roeselien Raimond

sabato 31 gennaio 2015

I 40 Animali più rari del mondo (1a parte).

A partire dagli anni ’70, del lupo rosso rimaneva un’unica popolazione molto ridotta nel Texas orientale. Questi Canidi furono allora catturati per portare avanti un programma di riproduzione in cattività,rendendo di fatto la specie estinta in natura (EX).

 

A tale scopo furono selezionati 14 esemplari ritenuti più puri. Il programma di riproduzione iniziò presso lo Zoo di Point Defiance nel 1970, quando tale struttura decise di allevare lupi rossi, e nei tre anni successivi furono inviati là 13 esemplari.Nel 1976 due lupi furono reintrodotti, senza successo, nel Rifugio Naturale Nazionale di Cape Romain, su Bulls Island.

 

L’esperimento venne ritentato nel 1978 con esiti migliori. Successivamente, nel 1987, prese il via un nuovo progetto per reintrodurre il lupo rosso in natura nel Rifugio Naturale Nazionale di Alligator River, sulle coste orientali della Carolina del Nord. Nello stesso anno, Bulls Island divenne la prima isola utilizzata come sito di riproduzione.

 

I cuccioli sono stati allevati sull’isola e reintrodotti in Carolina del Nord fino al 2005.A partire dal 1987 sono stati reintrodotti in natura oltre 100 lupi e molti di più ne sono nati in cattività. Nel 1989 iniziò un nuovo programma di riproduzione con il rilascio di una piccola popolazione su un’altra isola, Horn Island, al largo delle coste del Mississippi.

 

lupo rosso

 

mercoledì 7 gennaio 2015

Il meglio di Immagini del Mondo nel mese di Dicembre 2014: ecco i 10 articoli più cliccati.

1.- Alla scoperta della mitica Ruta 40.
Alla scoperta della mitica Ruta 40.

La mitica RN 40, creata nel 1935, unisce 11 provincie di 3 differenti regioni del Paese, dall’estremo nord al confine con la Bolivia fino al “finis terrae” del sud, come una gigantesca colonna vertebrale lunga più di 5.000 km.   In parte su asfalto e in larga parte su pista, attraversa 236 ponti, incrocia 18 fiumi, si avvicina a 13 grandi laghi e salares, raggiunge 20 riserve naturali e parchi

Continua a leggere ... »

mercoledì 8 ottobre 2014

Il meglio di Immagini del Mondo nel mese di Settembre 2014: ecco i 10 articoli più cliccati.

1.- Alla scoperta della mitica Ruta 40.
Alla scoperta della mitica Ruta 40.

La mitica RN 40, creata nel 1935, unisce 11 provincie di 3 differenti regioni del Paese, dall’estremo nord al confine con la Bolivia fino al “finis terrae” del sud, come una gigantesca colonna vertebrale lunga più di 5.000 km.   In parte su asfalto e in larga parte su pista, attraversa 236 ponti, incrocia 18 fiumi, si avvicina a 13 grandi laghi e salares, raggiunge 20 riserve naturali e parchi

Continua a leggere ... »

giovedì 4 settembre 2014

Il meglio di Immagini del Mondo nel mese di Agosto 2014: ecco i 10 articoli più cliccati.

1.- Alla scoperta della mitica Ruta 40.
Alla scoperta della mitica Ruta 40.
La mitica RN 40, creata nel 1935, unisce 11 provincie di 3 differenti regioni del Paese, dall’estremo nord al confine con la Bolivia fino al “finis terrae” del sud, come una gigantesca colonna vertebrale lunga più di 5.000 km.   In parte su asfalto e in larga parte su pista, attraversa 236 ponti, incrocia 18 fiumi, si avvicina a 13 grandi laghi e salares, raggiunge 20 riserve naturali e parchi

Alla scoperta della mitica Ruta 40.

La mitica RN 40, creata nel 1935, unisce 11 provincie di 3 differenti regioni del Paese, dall’estremo nord al confine con la Bolivia fino al “finis terrae” del sud, come una gigantesca colonna vertebrale lunga più di 5.000 km.

 

In parte su asfalto e in larga parte su pista, attraversa 236 ponti, incrocia 18 fiumi, si avvicina a 13 grandi laghi e salares, raggiunge 20 riserve naturali e parchi nazionali e connette 27 passi della cordigliera andina.

 

Percorrerla, se non tutta almeno in parte, specie nella porzione patagonica, è il sogno di molti grandi viaggiatori e il modo migliore per conoscere un territorio vastissimo che, oltre alle tappe classiche di ogni viaggio in Patagonia che si rispetti, offre la possibilità di apprezzare anche scorci meno noti, per percepire l’essenza di quest’area che tanto ha affascinato esploratori da tutto il mondo.

ruta 40 2712x1860

 

mercoledì 6 agosto 2014

Il meglio di Immagini del Mondo nel mese di Giugno 2014: ecco i 10 articoli più cliccati.

1.- La vita nei villaggi indonesiani negli scatti di Herman Damar.

La vita nei villaggi indonesiani negli scatti di Herman Damar

Herman Damar è un fotografo Indonesiano che vive a Jakarta. Con i suoi scatti ci regala uno scorcio sulla vita quotidiana nei piccoli villaggi dell'Indonesia.   Sono splendide foto che dipingono un mosaico intimo e colorato che ha come protagonisti gli indonesiani e il loro stretto rapporto con la Terra. Molte delle sue fotografie hanno come protagonisti i bambini e la loro stretta

Continua a leggere ... »

venerdì 4 luglio 2014

Il meglio di Immagini del Mondo nel mese di Giugno 2014: ecco i 10 articoli più cliccati.

1.- La vita nei villaggi indonesiani negli scatti di Herman Damar.

La vita nei villaggi indonesiani negli scatti di Herman Damar

Herman Damar è un fotografo Indonesiano che vive a Jakarta. Con i suoi scatti ci regala uno scorcio sulla vita quotidiana nei piccoli villaggi dell'Indonesia.   Sono splendide foto che dipingono un mosaico intimo e colorato che ha come protagonisti gli indonesiani e il loro stretto rapporto con la Terra. Molte delle sue fotografie hanno come protagonisti i bambini e la loro stretta

Continua a leggere ... »

sabato 28 giugno 2014

La vita nei villaggi indonesiani negli scatti di Herman Damar

Herman Damar è un fotografo Indonesiano che vive a Jakarta. Con i suoi scatti ci regala uno scorcio sulla vita quotidiana nei piccoli villaggi dell'Indonesia.

 

Sono splendide foto che dipingono un mosaico intimo e colorato che ha come protagonisti gli indonesiani e il loro stretto rapporto con la Terra.


Molte delle sue fotografie hanno come protagonisti i bambini e la loro stretta connessione con la natura.

 

I suoi scatti sono pieni di calore, sincerità e saggio ottimismo, e sicuramente invitano ad andare a visitare di persona le 13.466 isole dell’arcipelago indonesiano per osservare da vicino e tastare con mano la bellezza della sua natura e della sua gente.

 

La galleria di immagini che vi proponiamo testimonia la sensibilità artistica di questo fotografo.

 

Buona visione!

herman damar

lunedì 9 giugno 2014

Il meglio di Immagini del Mondo nel mese di Maggio 2014: ecco i 10 articoli più cliccati.

1.- Chi opta per una vacanza in Sardegna ha modo di soddisfare una molteplicità di interessi.

Chi opta per una vacanza in Sardegna ha modo di soddisfare una molteplicità di interessi.

Chi opta per una vacanza in Sardegna ha modo di soddisfare una molteplicità di interessi. Per esempio, il Sud sardo è il luogo più ricco d’archeologia della Sardegna.   E' possibile  godere delle testimonianze provenienti dall'antichità nei diversi musei e aree archeologiche, dove si trovano i prodotti e le opere dei popoli pre-Nuragici e Nuragici, ma anche dei Fenici e dei Cartaginesi, dei

Continua a leggere ... »

Chi opta per una vacanza in Sardegna ha modo di soddisfare una molteplicità di interessi.

Chi opta per una vacanza in Sardegna ha modo di soddisfare una molteplicità di interessi. Per esempio, il Sud sardo è il luogo più ricco d’archeologia della Sardegna.

 

E' possibile  godere delle testimonianze provenienti dall'antichità nei diversi musei e aree archeologiche, dove si trovano i prodotti e le opere dei popoli pre-Nuragici e Nuragici, ma anche dei Fenici e dei Cartaginesi, dei Romani e dei Bizantini. E' possibile visitare cattedrali romaniche e chiese bizantine.

 

Ma naturalmente, qui è la natura ad essere il piatto forte. Il mare, ovunque trasparente, offre fondali meravigliosi ed è molto pescoso. L'interno ha dei rilievi montuosi di una certa importanza, con cime che raggiungono i 1200 metri, coperti da fitte foreste d’alberi e cespugli della macchia mediterranea.

sardegna vacanze

venerdì 30 maggio 2014

Le illustrazioni digitali di Catrin Welz-Stein.

Si tratta di composizioni molto particolari realizzate con colleges di vecchie foto o illustrazioni.

 

L’illustratrice, che vive e lavora in Malesia, crea delle vere e proprie opere surreali ispirate alle favole, al folklore, al medioevo e all’Art nouveau che si trasformano in storie dal sapore nostalgico, romantico, etereo e malinconico.

 

Qualcosa che si avvicina di più al mondo dei sogni che alla realtà.

 

Catrin Welz-Stein si laurea in a Darmstadt, in Germania e poi lavora per diverse agenzie pubblicitarie in Germania, Stati Uniti e Svizzera.

 

Oggi è felicemente mamma e creatrice di alcune delle illustrazioni più suggestive che abbia mai visto. Devo essere onesta e dire che i collages non mi hanno mai appassionato, spesso le immagini non sono omogenee e la maggior parte delle volte fatico a capire il senso dell’immagine e a cogliere l’idea che l’artista vuole trasmettere.

 

Le illustrazioni digitali di Catrin Welz-Stein sono un’altra cosa, sembrano create apposta per smuovere qualcosa, sono moderne ma odorano ancora come le pagine dei vecchi libri.

Catrin Welz-Stein theuntoldstory

Contraddizioni del genere umano nelle illustrazioni di Pawel Kuczynski.

Satira e illustrazione possono andare d’amore e d’accordo? In Italia abbiano un ‘illustratore satirico molto noto che si chiama Giorgio Forattini, molto discusso in passato e querelato una miriade di volte perchè prende di mira politici e personaggi che vi orbitano intorno.

 

L’artista che vi presento oggi è Pawel Kuczynski e le sue illustrazioni si concentrano sulla satira ma in una maniera completamente diversa e ora vedrete perchè.

 

Pawel Kuczynski è polacco nato a Szczecin, classe 1976, e diplomato alla Fine Arts Academy in Poznan con specializzazione in grafica. Si dedica all’illustrazione satirica dal 2004 con grande successo perchè gli ha fruttato parecchie menzioni e prestigiosi premi.

 

Perchè tutto questo successo?

 

La satira è un genere, in questo caso artistico, che si concentra principalmente sulla critica e sullo sfottò. La società e la politica e l’essere umano sono al centro di questa critica a causa delle mille contraddizioni che si portano dietro.

 

In alcuni casi anche la religione è vittima della satira, diciamo che in genere se si è oggetto si satira è perchè qualcosa è andato storto.

Pawel-Kuczynski-02

 

Ultimi articoli pubblicati

RSVP (Raccomandati Se Vi Piacciono)